Chi crea lo strano mondo di Apres Paris?

Post pubblicato da
DSC_3795_copy
Vi siete mai chiesti chi è la persona che tra tutte ispira gli ambienti del nostro negozio?
Colei che di settimana in settimana inventa gli infiniti mondi di Apres Paris insieme a Diana?
C’è chi la chiama visual merchandiser.
Per noi è Gabriella.
Una donna, un’amica, una grande creativa.
DSC_3819_copy
Entra nel negozio e, dove tutti vedono una parete o una finestra, lei scopre un angolo meraviglioso in cui ricreare un sottobosco di funghi luminosi, un appuntamento di gnomi irriverenti, una sala da the per personaggi fantastici oppure un raduno di borse e scarpe in festa.
DSC_7470_copy
Sa ricreare uno scorcio di un paesaggio da fiaba contemporanea ovunque.
E’ grazie a lei che le persone si fermano incuriosite di fronte alle finestre che si affacciano sul nostro mondo fatto di abiti e creatività.
132641_124741730926671_550037_o
È grazie a lei se il nostro negozio è sempre in bilico tra una sala espositiva durante una mostra d’arte e un negozio di moda.
DSC_8831
E’ anche grazie a lei che Apres Paris è diventato un luogo magico della città di Treviso.
Ti siamo riconoscenti Gabriella.
Riconoscenti e orgogliosi di avere l’opportunità di creare sogni insieme a te.
556293_435367586530749_109712312_n

Un armadio è come un libro di racconti. Il lavoro della personal stylist

Post pubblicato da

DSC_5330 copia

Un armadio è come un libro di racconti

Ogni capo è un capitolo che narra un momento specifico della vita di una persona, le sue emozioni, i suoi pensieri, la sua quotidianità.

Vi sono abiti che giacciono dimenticati tra due ante chiuse e non vedono mai la luce.
Pantaloni importanti e ricchi di personalità che non trovano mai l’occasione per essere celebrati con il giusto amore; camicie che sperano di venir tratte in salvo dalla giusta giacca, maglie che attendono solo di essere ravvivate da nuovo entusiasmo e stile.

Se questa storia vi è familiare, probabilmente avete bisogno di una personal stylist. Ma non una qualsiasi!

Chi vi può aiutare è proprio Diana Molin.

IMG_20151020_130949

Al centro del suo lavoro vi è la persona, la sua quotidianità, la sua storia.
La sua è una ricerca intorno ad ogni singolo capo o accessorio per creare abbinamenti adatti ad ogni occasione.

Osservando gli armadi e i cassetti di una donna, Diana inventa nuove soluzioni e stili, o meglio, usando le sue parole: “La mia sfida: rendo ogni donna più sicura di sé, più vera. I miei strumenti: abiti, accessori, tagli, materiali, lunghezze e colori, che devono accompagnare una donna senza imprigionarla, diventando la sua personalissima grammatica per esprimere la propria unicità”.

Volete scoprire di più del suo lavoro?
Consultate il sito: http://www.mrsdianamolin.it

Per appuntamenti ed informazioni:
+39 335 6146920
diana@mrsdianamolin.it

Schermata 2015-11-12 alle 09.07.32 copy

Quando scegliere un abito significa molto di più

Post pubblicato da
, , , , , , ,

DSC_5341

“Talvolta non indossare una cintura può significare che si è aperti e disposti a lasciar andare le cose, anche nella vita”.

Diana è così. Ti ritrovi a parlare di moda con lei e, in un attimo, sembra che anche la visione della vita diventi più semplice e chiara.

Sei entrato in negozio cercando “una camicia a pois” o “un paio di pantaloni a righe” ed esci con una borsetta a forma di casa di campagna della collezione Muveil e l’autorizzazione a godere di una libertà personale fino a quel momento sconosciuta.

“Chi l’ha detto che il colore di tendenza oggi è il giallo, o il verde, o il burgundy? Che senso ha cercare un’identità nella moda, trascorrere del tempo di fronte al guardaroba per scegliere un abito speciale e ritrovarsi poi lungo le strade tutti uguali, tutti con gli stessi capi?”.

DSC_5328

La moda qui, tra i manichini, i funghi e i nani da giardino, ha un altro respiro: uscire dalla logica della stagione, abbandonare la definizione di collezione, sciogliere i nodi che ci tengono imbrigliati ad un senso di accettazione comune che ci limita e ci impedisce di esprimere la nostra meravigliosa identità.

DSC_5312

Una borsa di paglia è solo per convenzione un capo estivo. Indossata con un ampio abito grigio 08Sircus e un berretto Oyuna, è il dettaglio speciale che esalta l’intero outfit e può far esplodere un sentimento di leggerezza e serenità in chi la tiene stretta tra le mani.

Entrare da Apres Paris significa riscoprirsi, più cercare di nascondersi dentro abiti bellissimi ma senza personalità. È una costante esplorazione. Un viaggio dentro se stessi in cui un capo è la meta finale.

DSC_5356

 

 

Intervista esclusiva a Diana Molin

Post pubblicato da
, , , , , , ,

photoA volte capitano eventi inattesi… Ad esempio, potrebbe capitare che una vecchia amica persa di vista da tempo, con una piacevole sorpresa torni a farsi sentire, ti racconti di essere ora alla direzione di un magazine online e ti proponga di vedersi niente meno che per un’intervista esclusiva.

E’ proprio quello che è successo a Diana Molin, cuore e mente dietro le quinte di Après Paris. L’amica e intervistatrice è Francesca Interlenghi, il magazine online è The Dummy’s Tales (“Le favole del manichino”) e il risultato finale del loro incontro potrete leggerlo direttamente li.

thedummystales

L’articolo si alterna tra le estasiate esaltazioni di Francesca su ciò che è Après Paris e pezzi quasi integrali di narrazione di Diana, che tra un ricordo e l’altro, tra idee e riflessioni, racconta come è nato il nostro negozio oltre vent’anni fa, come e perchè è cambiato nel tempo, quale sia il suo rapporto con le clienti e con il resto del mondo della moda.

Correte a leggere l’intervista, è un’occasione in più per conoscerci e magari cambiare un poco la vostra visione del mondo, proiettandovi con noi verso il futuro…

IMG_0346

Tutto esaurito

Post pubblicato da
, , , , , , , , , , , , ,

DSC_1094E’ arrivato Settembre! Riaprono i negozi, tutti torniamo dalle più o meno meritate vacanze e comincia la nuova stagione!
Dove siete stati di bello? Mare, montagna, campagna, magari qualche bella città d’arte, o all’altro capo del mondo? Raccontateci magari le vostre vacanze nella nostra pagina Facebook, o taggate Après Paris nelle vostre foto su Instagram… Ovunque voi abbiate passato le vacanze, speriamo aveste almeno uno dei nostri meravigliosi capi con voi!

E ad Après Paris come è stato questo ritorno al lavoro? A dire la verità, sorprendente.
Dopo un’estate decisamente sotto tono, molti capi della nuova stagione sono andati immediatamente venduti o prenotati.
Alcuni delle linee Comme des Garcons e Junya Watanabe sono andati esauriti prima ancora che potessimo fotografarli per il nostro e-shop!
Mentre i nostri clienti erano in vacanza, ne sono arrivati di nuovi ed inaspettati, che non hanno potuto fare a meno di adorare la nostra selezione per l’Autunno/Inverno.
Così il nostro povero manichino è rimasto senza un Comme des Garcons da mettersi…

DSC_1088Non preoccupatevi: abbiamo ancora tantissime altre cose per voi, quindi controllate ogni giorno il nostro negozio online, le novità non mancheranno.

DSC_0983ok

Tutti al lavoro in vacanza

Post pubblicato da
, , , ,

IMG_20150807_095142Qual’è l’altra cosa che tutti adorano dell’estate, dopo i saldi? Ovviamente le vacanze… Ma siete sicuri sia così anche da Après Paris?
Ormai lo avete imparato, qui pensiamo sempre in modo non convenzionale: i saldi, la stagionalità della moda, il rapporto con il cliente… Come pensate sia la nostra visione delle vacanze?

IMG_20150807_103136Beh, non siamo contro le vacanze, ma a noi piace lavorare! Après Paris non chiude: anche in pieno Agosto potrete venire a trovarci in negozio, i prezzi ancora in saldo e tante belle cose se doveste aver bisogno di un acquisto last minute prima delle vostre vacanze.
Come sempre, se non avrete la possibilità di una visita di persona il nostro sito http://www.apresparis.it (e la sua variante internazionale http://www.apresparis.com) sarà un degno sostituto per il vostro shopping.

La vera novità è che quest’anno siamo riusciti finalmente a mandare in vacanza il nostro capo! Chi la conosce bene, sa che Diana Molin è sempre dedita con la massima passione al suo lavoro, al negozio e alle sue clienti, tanto da rimandare di anno in anno vacanze tanto agognate e poi mai davvero godute…

Quest’estate quindi negozio aperto, ma vacanze per tutti! Lo staff di Après Paris augura a tutti voi buone vacanze (anche a chi le ha già finite) e buona estate, torneremo al completo solo ai primi di Settembre… Quando vi aspetteranno le mille novità della nuova stagione!

IMG_20150807_110640

Ricordi d’archivio

Post pubblicato da
, , , , , , , , ,

IMG_20150727_130338Più volte abbiamo affermato quanto un capo non perda valore nel tempo, acquistando spesso, anzi, bellezza e particolarità con il passare degli anni, come fossero fermo immagini della moda di anno in anno… E quale modo migliore di farvi capire davvero cosa vogliamo dire, se non aprendo a tutti voi il nostro archivio?
E’ proprio quello che finalmente stiamo facendo: tutte le nostre clienti più assidue ed affezionate sanno che una delle regole di Après Paris è che gli armadi non si aprono! A ciò che è esposto fuori di essi nei nostri giocosi allestimenti, solo Diana Molin può aggiungere quel tocco speciale tirando fuori qualche pezzo magico dagli armadi, che diventano così “scrigni del tesoro” (cit. Alex di Comme des Garcons) misteriosi e pieni di segreti pezzi di archivio!

DSC_8600479_fProprio in questo periodo stiamo finalmente caricando sul sito http://www.apresparis.it (e la sua controparte internazionale http://www.apresparis.com) i nostri capi di archivio più belli. Lo sappiamo che ci sono i saldi e quindi al momento la vostra immaginazione corre verso i capi dell’ultima stagione, nella speranza di potersi togliere uno sfizio o un desiderio fino ad ora non esaudito, ma se andate a visitare il nostro e-shop prendetevi anche dieci minuti di tempo per vistare la sezione di archivio: potreste innamoravi del bellissimo cappotto nero con cristalli di Boy (e ora che il brand di Boy ha chiuso questo pezzo diventerà sempre più prezioso!), del particolarissimo abito rigido bianco con le rose di Comme des Garcons o ancora di un capo senza tempo come l’abito rosso e nero sempre di Comme des Garcons… Solo per fare alcuni esempi.

lookbook copyNel riscoprire il nostro archivio abbiamo ripreso in mano anche i vecchi cataloghi di Yamamoto e Comme des Garcons, i DVD e persino le VHS con le immagini e i video di anni e anni fa. Un tuffo nel passato ricco di magia e di colore…

IMG_20150727_130652L’archivio è in costante aggiornamento, sempre più ricco: tornate spesso a dargli un’occhiata tra un saldo e l’altro, troverete pezzi oramai più unici che rari che aspettano solo di entrare a far parte del vostro guardaroba…

Aggiornamento creativo

Post pubblicato da
, , , , , , , , , , , , , , , ,

Processed with VSCOcamCome già raccontato, quest’anno abbiamo rinnovato tanti piccoli aspetti del negozio, dal colore degli armadi, ai manichini, all’arredamento del nostro giardino interno… Ma come ben sa chi ha avuto l’occasione di venire a trovarci di persona in Via Barberia 34 a Treviso, il cartellone ad accogliere i nostri clienti in entrata era ancora quello di molti anni fa.

IMG_20150708_190327E allora via con l’aggiornamento: telo nuovo di zecca, con il logo del negozio che al tempo ancora non esisteva, un’accattivante freccia blu per aiutare chi non ci conosce a trovare l’accesso un pò segreto e nascosto e soprattutto via i vecchi brand non più nei nostri armadi (ad esempio Guglielmo Capone) e dentro i nuovi, tutti con i loro loghi originali.
Lo stile è lo stesso di prima, ma il miglioramento è evidente.

IMG-20150713-WA0006Così, vicino ai già presenti Comme des Garcons, Yohji Yamamoto, Issey Miyake e Junya Watanabe, ecco comparire Bao Bao, Cauliflower, Daniela Gregis, Jaquemus, Maison Margiela, Pleats Please e Y’S. I nostri brand sono molti di più, lo sapete, ma tutti non potevamo metterli!

IMG-20150720-WA0003 copy1IMG-20150713-WA0005 (1)Che fine ha fatto il vecchio telo? Sorpresa, il nostro giovane amico Tommaso, uniposca e nastri adesivi colorati in mano, l’ha preso e ha passato il pomeriggio a personalizzarlo, tra schizzi di giallo e rosso e strisce di colore, neanche fosse stato ispirato dalle scarpe di Maison Margiela schizzate di vernice, i colori della gonna di Stella Jean o le pitture acquerello di Daniela Gregis

IMG-20150713-WA0002

IMG-20150720-WA0002

I saldi secondo Après Paris

Post pubblicato da
, , , , , ,

Untitled-1Il rapporto di Après Paris con i saldi è un pò particolare, come con tutto il resto d’altronde.

Nell’idea originale essi servono al negozio per liberarsi delle ultime giacenze a fine stagione, dando allo stesso tempo al cliente la possibilità di prendersi qualcosa in più… Ma come abbiamo già avuto modo di spiegare qui nel nostro blog, per noi le cose negli anni non si svalutano, anzi potrebbero acquistare valore divenendo dei pezzi unici o a distanza di anni un capo può tornare a nuova vita grazie all’abbinamento con qualcosa di nuovo. In ogni caso se una cosa era bella un tempo è bella sempre, quindi perché trattarla come un avanzo di magazzino di cui ci si vuole sbarazzare?

DSC_8736Insomma, i saldi ci piacciono, permettendo a tutti di togliersi quel piccolo desiderio in più cui prima si era rinunciato, magari troppo costoso.
Non ci piace siano imposti, per periodo e per aspettativa, in quanto divenuti ormai una specie di “usanza sociale”.
Un negozio dovrebbe essere libero di fare ciò che desidera dei suoi vestiti, non credete? Mettere le cose in saldo in qualsiasi momento dell’anno, per quanto tempo si vuole, che sia una sola, una parte di esse o anche tutte. Magari un giorno ci sarà anche questa libertà…

DSC_8711

Nel frattempo i saldi sono partiti il 4 Luglio e se non avete ancora avuto l’occasione passate a trovarci, in negozio o sul nostro sito http://www.apresparis.it : gli sconti sono tanti, e le cose sono meravigliose. Che aspettate a togliervi qualche sfizio?

DSC_8733

Tutti da Après Paris!

Post pubblicato da
, , , , ,

IMG_20150522_110247Fa un po’ sorridere pensare che proprio la settimana in cui nel nostro blog ci siamo fermati a riflettere su quanto vuoti fossero i negozi di Milano, sia stata anche quella in cui finalmente Après Paris è tornato a riempirsi di clienti, dopo un periodo piuttosto sotto tono.
Normalmente i mesi primaverili sono un crescente fermento mano a mano che le temperature cambiano dai freddi invernali al caldo dell’estate, per fermarsi bruscamente a ridosso dei saldi. Incredibilmente, quest’anno è avvenuto il contrario, forse complice il maltempo e le temperature non proprio estive delle ultime settimane.

IMG_20150630_110843~2Al lavoro sull’allestimento per i saldi, e nel frattempo impegnati a seguire una cliente dopo l’altra, alcune anche dall’estero.
E a conclusione della settimana, Venerdì, due clienti tra le nostre preferite ci hanno tenuto compagnia tutto il mattino, mangiando pasticcini, parlando di arte e letteratura e facendosi fare un intero servizio fotografico provando i nostri vestiti!

IMG_20150626_131611

Se anche voi volete venire a trovarci in negozio non esitate, i saldi partono Sabato 4 Luglio. E se proprio non potete…c’è sempre il nostro shop online!

DSC_8835

1 2 3 5